MÉMOIRE | Storie di bellezza nascosta 

MEMOIRE PRODUZIONE SANPAPIè su commissione FAI
Delegazione di Milano.
Alan W. Watts MEMOIRE
STORIE DI BELLEZZA NASCOSTA
STORIE DI BELLEZZA NASCOSTA Guarda Trailer

eventi in programma Non ci sono altri eventi in programma . .

MÉMOIRE | Storie di bellezza nascosta 

diretto da
Lara Guidetti

coreografia di
Lara Guidetti

drammaturgia e suoni di
Marcello Gori

 

«Son tornato con passione alla pittura che ho sempre amato e praticato, e nulla mi sembra più bello che esprimere con i colori, quasi fossero grida che si levano, tutta l’emozione che mi suscita lo spettacolo della natura. Mi hanno proposto di rimettermi in attività. Potrebbe succedere. Mi sento ancora tanti abiti sotto la pelle.»

Paul Poiret

DEBUTTO/ESIBIZIONI
RASSEGNA STAMPA

CAST &
CREDITS

con Cecilia Tragni, Cecilia Vecchio, Fabrizio Giuseppe Brancaccio, Lara Viscuso, Marco De Meo, Saverio Bari

scene e costumi di Maddalena Oriani

immagini e visual di Luca Mariani

produzione di Fabio Ferretti

con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Settore Spettacolo

Sinossi

IDENTITÀ 2.0

Sanpapié, su invito della delegazione FAI di Milano, fa rivivere il gioiello dell’Art Déco milanese creando una performance site – specific che mescola danza, musica e poesia coinvolgendo tutti i cinque sensi. Il pubblico, diviso in piccoli gruppi, segue attraverso cuffie senza fili le vicende di un importante parigino in visita a Milano, mentre i suoi ricordi e le sue fantasie prendono vita nel movimento dei performers.

Al di sotto di Piazza Oberdan si nasconde l’Albergo Diurno Venezia, un elegante e funzionale centro per servizi legati all’igiene e alla cura del corpo progettato da Piero Portaluppi, inaugurato nel 1926 e riaperto nel 2015 dopo anni di abbandono. Bagni pubblici, negozi di barbiere, manicure, lavanderia, agenzia di viaggi e fotografo, aperti su un suggestivo salone, conservano intatto il fascino dello splendore passato, negli arredi, nei rivestimenti e nelle preziose decorazioni Art Déco. Oggi i locali dell’ex Albergo Diurno sono affidati in concessione al FAI, impegnato in un’opera di recupero e rilancio della presenza di questo luogo speciale e identitario nella vita della città.

Il ricavato delle giornate è stato destinato a favore delle attività del FAI – Fondo Ambiente Italiano ed in particolare del progetto di recupero dell’Albergo Diurno Venezia.